La poesia e il futuro

1.
Definire oggi (e da sempre) che cosa sia la poesia è un’impresa difficile se non impossibile.
La questione è stata ampiamente dibattuta e una soluzione accettabile non si è trovata. Certo, ci si potrebbe accontentare adottando una definizione disponibile sul mercato. Già da altri confezionata. Adattarla alle singole e particolari caratteristiche e il gioco è fatto.  Almeno all’apparenza.

Continua a leggere

Pubblicato in Poesie | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

FAXIMILE

101 riscritture di opere letterarie

faximileTutto è stato già scritto, diceva Borges.  Ma non tutto è stato riscritto, hanno pensato alla casa editrice “Homo Scrivens”  e così “con questo spirito sessanta scrittori hanno messo mano ai loro testi di riferimento profanando il verbo dell’autore, aggiungendovi una parte, ribaltando un concetto o un punto di vista, muovendosi nel tempo e nello spazio, facendoli diventare altro… Continua a leggere

Pubblicato in Varie | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Tra creare e bigiare

peter-panNell’attesa di sapere qualcosa in più su che cosa ci attende dopo questo governo e per non parlare a vuoto alimentando congetture e fantasie inutili, diamo alcune notizie di altro genere.
In provincia di Novara, e precisamente a Bellinzago Novarese, i ragazzi dell’associazione ‘Quelli del Sabato’ hanno dato vita ad una iniziativa singolare e particolarmente creativa. Continua a leggere

Pubblicato in Scuola | Lascia un commento

Frammenti di un oratorio

jolanda-insannaAlcune poesie di Jolanda Insana

Da: Frammenti di un oratorio, (Viennepierre, 2009)
Opera di Jolanda Insana pubblicata in occasione del centenario del Terremoto di Messina del 28 dicembre 1908.

accurrìti accurrìti gente
me figghia me figghia
portate una scala
me figghia
’na scala ’na scala
pigghiate me figghia
accurrìti accurrìti
u focu u focu
sa mancia
viva
a fini du munnu
a fini da so vita
viniti curriti
’na scala
tièniti tièniti
figlia Continua a leggere

Pubblicato in Poesie | Contrassegnato , | Lascia un commento

Su Letteratura, Nobel, Dylan, Fo

faucoltLa letteratura non possiede nessuna specificità: atti amministrativi, trattati, frammenti d’archivio, enciclopedie, opere sapienti, lettere private, giornali, ecc. sono tutte produzioni discorsive.
I “testi letterari” però, all’interno della letteratura stessa, oltre ad un certo rapporto, una postura e una serie di procedure di scrittura,  dandosi in una forma particolare, generano un’esperienza di disordine, o la messa in opera di una rottura: una matrice di cambiamento, un operatore di metamorfosi.
M. Foucault
Pubblicato in Varie | Lascia un commento

Montale e  Kraus: a domanda non rispondono

kraus2

C’è una poesia di Karl Kraus che  è del 1933, pubblicata su uno degli ultimi numeri della rivista ‘Die Fackel’, il titolo è Non si chieda, ed è questa:

 

Continua a leggere

Pubblicato in Poesie | Contrassegnato , | 1 commento

Chissà chi lo sa?

chissa chi lo saDite voi se questo è il modo. Per dare credibilità e rilanciare il ruolo, sempre più screditato, degli insegnanti in Italia, il ministro Giannini ha lanciato una specie di concorso. O, per dirla tutta, una versione aggiornata (e loro pensano culturalmente corretta) di un ‘talent show’, ovvero il premio per il miglior insegnante in assoluto. La professione docente da noi non è solo screditata. È qualcosa in più. Nessuno vuole svolgere questo lavoro: su 100 intervistati, un solo studente di quindici anni ha dichiarato che vorrebbe da adulto fare il mestiere di docente. Anche Continua a leggere
Pubblicato in Scuola, Varie | Contrassegnato , , | Lascia un commento