Archivi del mese: dicembre 2014

Poesia iniziale 2015

Traverserò il torrente, quello di notte ai pini, dove è successo il fatto che l’acqua non ricorda.

Pubblicato in Varie | Lascia un commento

Era autunno, come sempre.

I RAGNI sono una rara specie di conchiglia incastonata tra ere di lenzuola e se poggi l’orecchio sul mio ventre tra le cabine di una Rimini spettrale comparirà, in abito da tennis, l’estate 1965. lo senti il tempo?

Pubblicato in Poesie | Contrassegnato | Lascia un commento