Archivi autore: Il Candelaio

Luoghi sorprendenti

… e come raggiungerli: Casa Mgt. Chi non ama essere sorpreso, meravigliato, stupefatto? Chi non desidera rimanere a bocca aperta, imbambolato di fronte all’imprevisto e imprevedibile? Ci capita troppo raramente, forse perché viviamo in un mondo troppo informato, troppo cinico, … Continua a leggere

Pubblicato in Varie | Lascia un commento

Una donna

Può un libro cambiarti la vita? Farti vedere le cose come non avevi mai fatto prima?  Fino al punto da segnare uno spartiacque tra la vita fino a quel momento e i giorni che seguiranno? Non è possibile, dite? E … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Lascia un commento

Una brillante carriera

(soggetto cinematografico) Ci sono due fratelli, uno di loro è pazzo, da manicomio. L’altro fa l’architetto,  è molto ben inserito e le sue costruzioni hanno molto successo; non parla mai del fratello pazzo; solo ogni settimana, il sabato  alle dodici … Continua a leggere

Pubblicato in Politica | Contrassegnato | Lascia un commento

Reclamo della parola giustizia

RECLAMACIÓN POR LA PALABRA JUSTICIA di Stefania Buosi Moncunill (2018) Me dirigo a Ustedes, señores míos: por las palabras ocultadas, porque, a veces, no me gustan los silencios, porque, pocas veces, no me gustan las sonrisas.

Pubblicato in Poesie | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Un uomo è morto ed io non posso piangere

(poesia d’occasione) Un uomo è morto. Un uomo è morto, lontano da qui. Un uomo è morto ed io non posso piangere. Le gelide pareti nude di Castiglia me l’impediscono. Ci sono notti, di altri, gelide come la sua, ma … Continua a leggere

Pubblicato in Poesie | Lascia un commento

Non sento non odo

Partiamo dall’ipotesi non assurda che la poesia sia un movimento che attraversa l’uomo. Assumiamo quest’ipotesi come punto di partenza. La poesia è quindi una forza, un’emozione che attraversa l’uomo e che può essere generata sia dall’esterno che dall’interno della persona che scrive. … Continua a leggere

Pubblicato in Poesie | Lascia un commento

Un ministro chiamato De Mauro

Antefatto. Tullio De Mauro, proposto da Giuliano Amato, diventa ministro il 25 aprile del 2000. Durerà in carica fino all’11 giugno del 2001. Massimo D’Alema si è appena dimesso da capo del governo, in seguito alla sconfitta del centrosinistra alle elezioni … Continua a leggere

Pubblicato in Varie | Contrassegnato , | Lascia un commento