Archivi del mese: aprile 2012

Documenti, prego…

Una mattina sono andato a lavorare, come faccio da ventidue anni, e davanti ai cancelli della fabbrica una guardia giurata mi ha chiesto di mostrargli i documenti. Sono rimasto un attimo perplesso. Poi,  con calma,  ho estratto il portafogli dalla … Continua a leggere

Pubblicato in Frammenti di vita, Lavoro | Contrassegnato , , | Lascia un commento

PASCALE ‘O Comunist

Si era nei primi anni ottanta e Pasquale, la sera, quando saliva sul partito in via Gramsci, aveva sempre in tasca due giornali: l’Unità e Paese Sera. Uno lo comprava di mattina e uno di sera. Li comprava in quest’ordine: … Continua a leggere

Pubblicato in Varie | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Come ogni sera

Martina se ne tornava a casa dal lavoro di commessa come ogni sera.  Salì sull’autobus e si sedette accanto al finestrino, c’era un posto libero. Le fermate per casa sua  erano tante, doveva arrivare al capolinea  e poi a piedi  … Continua a leggere

Pubblicato in Frammenti di vita | Lascia un commento

Moon river

Il momento più bello della giornata è quando suona la sirena di fine turno e vado a fare la doccia. Finalmente mi posso rilassare. Tirare un po’ il fiato,  prima di tornare a casa. Là mi aspetta altro lavoro: far … Continua a leggere

Pubblicato in Amore, Frammenti di vita, Lavoro | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Kamasutra 71

Angelo e Maurizia si riconoscevano dall’odore. Una sottile percezione. Un alito indefinito che li conduceva a incontrarsi, ma anche a scontrarsi, nelle loro battaglie a letto.

Pubblicato in Amore, Frammenti di vita | Contrassegnato | Lascia un commento

La torre est

Un giorno ero seduto su una panchina a piazza Medaglie d’oro quando, all’improvviso,  un piccione mi cacò in testa. Porta bene, dissi al tipo stempiato seduto accanto a me, e abbozzai una specie di sorriso. Dentro di me però ero incazzato … Continua a leggere

Pubblicato in Frammenti di vita, Lavoro | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Totip

Virgilio aveva ricevuto la telefonata del socio che erano giuste le sette e mezza. Un contrattempo e stamattina doveva scendere lui al negozio, nonostante il suo turno fosse di pomeriggio. Giorgio aveva un impegno improvviso.

Pubblicato in Frammenti di vita | Lascia un commento